Camignada verso quota 700

Auronzo di Cadore (Dolomiti Bellunesi), 2 luglio 2015 – Manca esattamente un mese alla 43.ma edizione della Camignada poi siè Refuge, prova di corsa in montagna che ha come scenario le Dolomiti di Auronzo di Cadore. L’evento, proposto dalla sezione di Auronzo del Club Alpino Italiano, si svolgerà domenica 2 agosto, con partenza dalle sponde del lago di Misurina e arrivo allo stadio del ghiaccio di Auronzo, dopo aver percorso 30 chilometri (con 1.319 i metri di dislivello positivo e 2.213 di dislivello negativo, passando per i rifugi Auronzo, Lavaredo, Locatelli, Pian di Cengia, Comici e Carducci, all’ombra di vette dalla suggestione unica come le Tre Cime di Lavaredo, il Paterno e la Croda dei Toni.

A quattro settimane dalla manifestazione, le iscrizioni si avviano a raggiungere quota 700: alla serata di mercoledì 1 luglio, infatti, le adesioni avevano toccato quota 644. Sarà possibile iscriversi con quota agevolata ancora per una decina di giorni: fino al 12 luglio, infatti, la quota è fissata a 32 euro (20 euro per ragazzi fino ai 14 anni).
Dal 13 al 31 luglio ci sarà una maggiorazione: 38 euro. Rimarrà invece sempre di 20 euro per gli under 14. Le iscrizioni sono perfezionabili andando sul sito www.caiauronzo.it.

Sarà possibile iscriversi anche sabato 1 agosto, alla sede del Cai di Auronzo, in piazza Regina Pacis: solamente, però, nel caso non sia stata raggiunta la quota massima di partecipanti fissata dall’organizzazione, vale a dire 1500. La quota, in questo caso, sarà di 40 euro.

 

Per tutti i dettagli: www.caiauronzo.it.


Ridisegnato il Dxt 20 K

Un passaggio dell'edizione 2014Val di Zoldo (Belluno), 15 maggio 2015 – Manca meno di un mese alla terza edizione della Dolomiti Extreme Trail, l’evento podistico che ha come scenario le Dolomiti della Val di Zoldo (Belluno) e che si svolgerà sabato 13 giugno.

Accanto alla prova “classica” sui 53 chilometri, la manifestazione quest’anno proporrà anche la novità del Dxt 20 K, “mini trail” sui 20 chilometri proposto in seguito alle diverse richieste pervenute dai familiari e accompagnatori degli atleti delle prime due edizioni.

Pensato in un primo tempo su un tracciato con partenza a Forno e arrivo a Pieve di Zoldo, nei giorni scorsi il Dxt 20 K è stato ripensato. E riformulato su un percorso che misurerà sempre 20 chilometri ma sarà più spettacolare, ricalcandola parte finale del trail: si partirà nei pressi di Forcella Staulanza, dove i concorrenti verranno portati da mezzi messi a disposizione dall’organizzazione), per transitare ai piedi del monte Pelmo, salire al monte Punta e arrivare a Pieve di Zoldo. 18 chilometri saranno su sentieri o strade forestali, gli altri 2 su asfalto. Il via verrà dato alle 7. I metri di dislivello positivo saranno 790, quelli di dislivello negativo 1500.

«Risolti alcuni problemi di carattere logistico, che ci avevano costretti a mettere in cantiere un tracciato che si sviluppava prevalentemente nel fondovalle, abbiamo potuto proporre il Dxt 20 K nella formulazione che costituiva l’idea originale – spiegano Paolo Franchi e Corrado De Rocco, del comitato organizzatore -. E’ un tracciato altamente spettacolare che, siamo sicuri, sarà gradito dai concorrenti».

Proprio in questi giorni diverse squadre di volontari hanno operato sul tracciato per sistemare tratti di sentiero e tabellare il percorso. «Il tracciato del Dxt 20 K, e dunque la seconda parte del trail, sono tabellati e a disposizione per coloro che volessero provarlo» dicono ancora Franchi e De Rocco.

Al pari del lavoro degli organizzatori, procedono intanto anche le iscrizioni: al Dxt hanno già aderito più di 600 concorrenti, provenienti da 28 paesi.  Rimangono dunque  disposizione meno di 50 posti. Al Dxt 20 K al momento si sono iscritti in 150. Sono dunque poco meno di cento i posti ancora disponibili. Per entrambi gli eventi iscriversi c’è tempo fino al 25 maggio.

Per tutti i dettagli: www.dolomitiextremetrail.com.