Mercoledì 15 gennaio si aprono le iscrizioni alla Transcivetta Karpos 2020

Alleghe (Belluno), 13 gennaio 2020 – Al via le iscrizioni per la Transcivetta Karpos 2020. Da mercoledì 15 gennaio è possibile aderire all’evento della corsa in montagna, classica a coppie giunta alla 40.ma edizione, che si svolgerà domenica 19 luglio sul tracciato di 23 chilometri tra Listolade e i Piani di Pezzè, nel cuore delle Dolomiti bellunesi.
Andando sul sito ufficiale della manifestazione, www.transcivetta.com, sarà possibile scaricare il modulo che consentirà di perfezionare la propria adesione. Per chi si iscriverà entro il 31 marzo, il costo di adesione è fissato in 80 euro a coppia mentre per le coppie che si iscriveranno dall’ 1 aprile scatterà una maggiorazione: 90 euro. Le iscrizioni si chiuderanno l’1 luglio o, in ogni caso, al raggiungimento delle mille coppie.
Come già per le ultime stagioni, anche per l’edizione 2020 ci sarà una doppia possibilità di partecipazione alla gara: versione agonistica oppure versione non agonistica. La prova agonistica, per la quale sarà redatta una classifica ufficiale, prevede che i concorrenti al momento dell’iscrizione presentino un attestato medico sportivo dedicato all’attività agonistica. La coppia può in alternativa iscriversi alla manifestazione “non competitiva”: in questo caso avrà diritto a tutti i servizi dell’evento, ad esclusione della presenza nella classifica agonistica. Verrà comunque stilato un documento relativo alla “non competitiva”, in ordine di pettorale, con i tempi rilevati all’arrivo.
Per tutte le informazioni: www.transcivetta.com
Transcivetta Karpos 2019


La Camignada poi siè refuge apre le iscrizioni. E celebra Paul Grohmann

Auronzo di Cadore, 9 maggio 2019 – Si aprono le iscrizioni alle Camignada poi siè refuge, storica corsa in montagna proposta dalla Sezione Cadorina di Auronzo del Club alpino italiano che quest’anno si volgerà domenica 4 agosto. Le iscrizioni si apriranno sabato 11 maggio e si chiuderanno l’1 agosto. La quota di iscrizione dall’11 maggio al 20 giugno sarà di 28 euro mentre dal 21 giugno al 20 luglio di 32 euro e dal 21 luglio all’1 agosto di 38 euro. Per i ragazzi fino ai 14 anni la quota è fissata a 20 euro. Le iscrizioni saranno riaperte sabato 3 agosto, allo stadio del ghiaccio di Auronzo, e la domenica mattina in zona partenza Misurina, solammente nel caso di mancato raggiungimento dei 1.500 iscritti, quota massima fissata dall’organizzazione. In queste due giornate la quota di iscrizione sarà di 40 euro.
Come tradizione, la Camignada si svolgerà sul tracciato di 32 chilometri da Misurina ad Auronzo. Si sta lavorando per il ripristino del tracciato originario, quello che comprende la Val Giralba, ma le conseguenze della tempesta Vaia di fine ottobre e il maltempo che sta caratterizzando le ultime settimane hanno complicato non poco il progetto per il ripristino dei sentieri. Una decisione definitiva sul percorso verrà presa entro fine giugno.
La Camignada 2019 celebrerà Paul Grohmann, il viennese che riveste un’importanza notevolissima per quanto riguarda la storia dell’alpinismo sulle Dolomiti. L’estate prossima, infatti, ricorrono i 150 anni dalla prima ascensione per la via normale alla Cima Grande di Lavaredo, conquistata da Grohmann il 21 agosto del 1869.

Per tutte le informazioni e le iscrizioni: www.caiauronzo.it oppure www.dolomitiming.it.
camignada 2018 - passaggio rifugio auronzo


Tricolori di sci alpino, ecco il nuovo programma

Mason Vicentino (Vicenza), 22 marzo 2017 – È il fine settimana dei Campionati italiani assoluti di sci alpino. Gli “scudetti” verranno assegnati sulle Dolomiti, tra Veneto e Trentino. Sede delle prove saranno infatti le piste del Lusia e di San Pellegrino – Falcade. L’organizzazione è a cura dello Sci club 2000 di Mason Vicentino, sodalizio da sempre impegnato in ambito organizzativo.
I Tricolori, che hanno avuto un “prologo” a dicembre a Pozza di Fassa (Trento) con l’assegnazione dei titoli dello slalom (successi di Tommaso Sala e Irene Curtoni), saranno articolati su quattro giornate di gare.

Si comincerà sabato 25 marzo, sulla pista Mediolanum dell’Alpe Lusia, con il gigante donne. Si proseguirà domenica 26 marzo con il gigante maschile, sempre sulla Mediolanum del Lusia.

Modificato invece, a causa delle temperature elevate, il programma delle discipline veloci, in programma sulle piste “Cima Uomo” e “Le Coste” del San Pellegrino. Lunedì 27 marzo si svolgeranno la combinata alpina (supergigante e slalom) maschile e femminile, mentre martedì 28 marzo toccherà al supergigante maschile e femminile.

«La decisione si variare il programma originario si è resa necessaria a causa delle alte temperature che, un po’ ovunque sull’ arco alpino, stanno imperversando, rendendo così difficile il compito degli organizzatori» commenta Damiano Guidolin, presidente dello Sci club 2000. «Dopo il sopralluogo di questa mattina abbiamo confermato combinata e superG mentre la discesa al momento è rinviata a data da destinarsi».
«In ogni caso, questa quattro giorni di gare concluderà una stagione 2016-2017 che per lo sci alpino italiano è stata fantastica» dice ancora Guidolin che, a San Pellegrino Falcade, aveva proposto lo scorso inverno il Criterium Mondiale Cittadini e in questa i Tricolori Cittadini. «Avremo al via diversi protagonisti della Coppa del Mondo e per noi sarà un onore. Per il pubblico sarà uno spettacolo unico, in una cornice di assoluta suggestione come quella delle Dolomiti». «Ringrazio fin d’ora sponsor, istituzioni, corpi militari e volontariato» dice ancora il presidente dello Sci club 2000. «In particolare i giudici di gara del Veneto e soci e dirigenti dello sci club che si sono messi a disposizione. In zona Falcade San Pellegrino organizzo da anni e in cantiere ci sono eventi anche per l’inverno 2017-2018: i Campionati italiani delle categorie Ragazzi e Allievi».

pista Le Coste_San Pellegrino

Alle sfilate Alpen Plus protagonista il parapendio

Belluno, 18 novembre 2016 – Alpen plus e parapendio. È questa la proposta per sabato 19 novembre di Kiwi Sports, la catena di negozi specializzati nella vendita di calzature a abbigliamento outdoor che ha sedi nella provincia di Belluno, in Trentino Alto Adige e Austria.

Si tratta del quarto appuntamento con le sfilate Alpen Plus, collezione dedicata all’outdoor e alla montagna proposta proprio da Kiwi. L’appuntamento è per le 15 nella sede Kiwi Sports di via Tiziano Vecellio 69 a Belluno. In passerella sfileranno modelle e modelli con le tante proposte della versatile linea Alpen Plus: dai capi ideali per semplice passeggiate a quelli dedicati al running, dalle giacche per la montagna all’abbigliamento completo per lo sci alpinismo.

Come consuetudine, ad accompagnare la presentazione dei capi Alpen Plus ci saranno degli ospiti. Questa volta toccherà agli organizzatori del Campionato mondiale di parapendio che si svolgerà dall’1 al 15 luglio 2017 sul Monte Avena. Lo staff della rassegna iridata, accompagnato dalla mascotte Sky, illustrerà i dettagli dell’evento ma spiegherà anche i segreti di una disciplina affascinante e spettacolare. Non è tutto. I partecipanti all’evento Alpen Plus potranno partecipare a un divertente quiz sul tema del parapendio: il vincitore si aggiudicherà un volo in biposto per lo stesso pomeriggio di sabato.

Per tutto il pomeriggio, inoltre, nel parcheggio esterno di Kiwi Sports i più piccoli potranno divertirsi con divertentissimi gonfiabili. Per tutti i clienti, inoltre, un ricco buffet.


L’ Atletica Zoldo ripristina i vecchi sentieri

Val di Zoldo (Belluno), 9 novembre 2016 – Non conosce soste l’attività dell’Atletica Zoldo per la quinta edizione della Dolomiti Extreme Trail, la podistica estrema (23, 53 e 103 chilometri) che si svolgerà dal 9 all’11 giugno 2017. In vista dell’evento della prossima primavera, nei giorni scorsi diversi volontari del sodalizio sono hanno lavorato per un intero fine settimana nella zona del Sass de Formedal, sotto il Pelmo, per ripristinare alcuni tratti di un vecchio sentiero. «Vogliamo offrire il meglio ai concorrenti» spiegano Paolo Franchi e Corrado De Rocco, coordinatori dello staff organizzativo. «Ma al contempo vogliamo anche che Dxt diventi un’occasione per il mantenimento del territorio e di conseguenza per presentare in maniera ottimale la valle». Per quanto riguarda la gara, in una decina di giorni gli iscritti hanno superato quota cento, in rappresentanza di 13 nazioni. Tra i concorrenti già iscritti anche Annemarie Gross, specialista altoatesina del’ultra trail.
dxt-ottobre-2016-lavori-in-zona-sass-de-formedal


Ski College Veneto di Falcade, il futuro è qui

Falcade (Belluno), 17 ottobre 2016 – Ski College Veneto, una risorsa per il futuro. È stata presentata sabato 15 ottobre a Falcade (Belluno) la stagione 2016-2017 della struttura che da venticinque anni costituisce un modello per coloro che intendono coniugare al meglio lo studio e la pratica dello sci. Lo Ski College Veneto di Falcade (www.skicollegeveneto.it) si presenta rinnovato: una cooperativa con un cda alla cui guida c’è Michele Costa, sindaco del paese agordino, a testimonianza del legame e della sinergia con il territorio. Fondamentale all’interno del cda è il ruolo dei genitori che si sono messi in gioco in prima persona per lavorare in prospettiva. Accanto al presidente Costa, i consiglieri sono Roberto Canzio, Giuseppe Gilli, Fabrizio Incondi, Ivan Petri, Denis Soccol, Wilma Valt e Monica Zorzini. A breve, manca solo il passaggio formale in assemblea, nel consiglio di amministrazione farà il suo ingresso anche una rappresentante dell’amministrazione provinciale di Belluno, Silvia Tormen, sindaco di Taibon Agordino.

La parola al neo presidente Michele Costa – «Lo Ski College che abbiamo presentato oggi è una struttura che è cambiata, che si propone un rinnovamento partendo da quanto di buono è stato fatto in passato» spiega Michele Costa. «Un rinnovamento non solo nella guida ma, soprattutto, nelle attività che vuole svolgere. Vogliamo una maggiore e migliore collaborazione con tutte le realtà coinvolte: il mondo amministrativo, sportivo, scolastico e lavorativo. Sport, scuola e lavoro devono essere le direttrici del nostro impegno per dare il meglio ai ragazzi in ambito agonistico e scolastico e per dare loro possibilità concrete di sbocco lavorativo».

La collaborazione con le realtà economiche e le prospettive future – In questo senso, è stata sottolineata la collaborazione per un progetto di alternanza scuola – lavoro, già in atto negli anni scorsi, con il Pastificio Felicetti, uno dei main sponsor dello Ski College Veneto insieme a Cassa Rurale Val di Fassa e Agordino, Energiapura (abbigliamento sci) e Cooperativa di consumo di Falcade e Caviola. Un supporto interessante per il futuro dello Ski College potrebbe arrivare a breve grazie al Fondo Comuni di confine. «Entro la metà del prossimo mese dovremmo approvare il progetto, che ci è stato sottoposto dal comune di Falcade, per il rilancio dello Ski College» ha affermato Roger De Menech, parlamentare e presidente del Comitato paritetico per la gestione dei fondi delle province di Trento e Bolzano destinati ai comuni di confine delle regioni Veneto e Lombardia. «Stiamo parlando di una cifra di circa 400 mila euro, per spese di investimento. Il soggetto attuatore sarà il comune di Falcade».

Uno Ski College internazionale – Sono sessantacinque i ragazzi che frequentano lo Ski College di Falcade, alcuni di eccellenza assoluta a livello nazionale e internazionale. In linea, del resto, con una tradizione importante: studenti dello Ski College sono stati, ad esempio, Pietro Piller Cottrer, campione olimpionico e mondiale nello sci di fondo, e Magda Genuin, altra protagonista mondiale degli sci stretti. I risultati importanti in campo agonistico sono anche quelli degli anni recenti: la scorsa stagione, ad esempio, gli atleti dello Ski College nello sci alpino hanno conquistato medaglie alle Olimpiadi giovanili di Lillehammer (Pietro Canzio argento in superG e bronzo in combinata), podi tricolori (Alessio Bonardi campione italiano in superG e bronzo in discesa ai Campionati italiani Aspiranti; Giacomo Dalmasso campione italiano Allievi nello skicross) e successi a ripetizione nella Coppa Veneto (successo nella graduatoria per società, primo e secondo posto in quella Giovani maschile con Matteo Pradal e Marco Incondi, primo e secondo posto in quella Aspiranti maschile con lo stesso Pradal e con Alessio Bonardi, diversi altri piazzamenti nella top ten).

In evidenza anche lo snowboard con la partecipazione di Elisa Caffont e Filippo Ferrari ai Mondiali Juniores. La provenienza dei ragazzi che frequentano la struttura bellunese è non solo italiana ma pure straniera: Russia, Polonia e Giappone. Tre le discipline praticate: snowboard, sci di fondo sci alpino. Questo lo staff tecnico: Annalisa Scardanzan (tutor scolastico); Riccardo Marchetti (preparatore atletico); Elena Valt, Simone Manfroi, Roberto Parissenti, Paolo Ferrari, Luca Bertagnolli, Moritz Micheluzzi, Pietro Dalmasso, Cesare Pastore (sci alpino); Maurizio Rudatis (snowboard); Omar Genuin (sci di fondo, in sinergia con lo Sc Val Biois).

Sul fronte scolastico, diversi sono gli indirizzi di studio: istituto tecnico turistico-economico, istituto enogastronomico, liceo scientifico, liceo scientifico sportivo, istituto tecnico chimico e minerario.

I messaggi di Andrea Giorgia Dalmasso e Pietro Canzio – Sul palco della presentazione dello Ski College 2016-2017, anche Andrea Giorgia Dalmasso, ex studentessa della struttura falcadina, appena entrata nella nazionale azzurra di skicross, e Pietro Canzio, neo azzurro dello sci alpino. Rispettivamente ventuno e diciotto anni, hanno impressionato per la loro maturità. «Il talento da solo non basta. È più importante l’allenamento quotidiano e costante» ha detto Andrea Giorgia, ora studentessa universitaria, un ottimo passato nello sci alpino (campionessa italiana Aspiranti in slalom nel 2013). «Ognuno di noi rappresenta lo Ski College, dobbiamo andarne fieri e comportarci di conseguenza», così Pietro, all’ultimo anno allo Ski College. Bellissimi messaggi per i loro coetanei!

La registrazione integrale su Radio Più – Chi non ha potuto essere presente a Falcade, potrà ascoltare tutti gli interventi dei protagonisti della presentazione dello stagione 2016-2017 dello Ski College di Falcade giovedì, 20 ottobre, alle 20.10 su Radio Più, l’emittente agordina da sempre vicina allo sport. Info: www.radiopiu.net.
ski-college-15-ott-2016-da-sx-andrea-giorgia-dalmasso-michele-costa-pietro-canzio

ski-college-15-ott-2016-il-nuovo-cda
ski-college-15-otto-2016-squadra-sci-alpino-allievi
ski-college-15-ott-2016-squadra-sci-alpino-giovani

Pustertaler ski marathon, ecco l’edizione dei 40 anni

Val Pusteria (Alto Adige), 6 ottobre 2016 – Compie 40 anni la Pustertaler ski marathon, la gran fondo di maggior tradizione in Alto Adige. L’appuntamento con l’edizione 40 è fissato per sabato 7 gennaio 2017 in Val Pusteria: in programma ci sono 60 chilometri, con partenza da Braies (ci sarà una nuova logistica nell’area del via) e arrivo a Sesto. 60 chilometri da percorrere in tecnica classica, la tecnica esclusiva alla quale si è ritornati, con generale apprezzamento degli atleti, da qualche anno.
Le iscrizioni si sono aperte da poco più di un mese e le adesioni cominciano ad arrivare numerose. Le nazioni presenti sono al momento cinque: oltre all’Italia, anche Norvegia, Russia, Germania e Gran Bretagna.

Per coloro che si iscriveranno entro il 24 dicembre prossimo il costo di iscrizione è fissato a 50 euro. Iscrivendosi entro tale data, inoltre, si avrà diritto al pettorale personalizzato. Dal 25 dicembre al 5 gennaio, invece, il costo di adesione sarà di 56 euro. Le iscrizioni si possono perfezionale sul sito ufficiale della manifestazione: www.ski-marathon.com.

Come consuetudine, massima sarà l’attenzione che il comitato organizzatore riserva agli atleti e non solo a loro. In questo senso va anche l’offerta speciale, un “pacchetto” davvero interessante che offre la possibilità di trascorrere una vacanza tra le Dolomiti patrimonio dell’umanità Unesco all’insegna dello sport, del benessere e del relax. L’offerta preparata dallo staff organizzativo della “Pustertaler” prevede: l’iscrizione all’evento con la libera scelta del blocco di partenza; il ticket vip per il Tour de Ski – Coppa del Mondo Viessmann (che farà tappa a Dobbiaco venerdì 6 gennaio); lo ski-pass per l’accesso, per due giornate oppure per sei giornate, a tutti i 200 chilometri di piste dell’Alta Pusteria, cuore dell’area dolomitica Tre Cime; il biglietto per l’ingresso all’area sauna dell’ “Acquafun” di San Candido. Tutti i dettagli si trovano sul sito www.ski-marathon.com, alla sezione “offerta speciale”.

«Stiamo lavorando a pieno regime per allestire una quarantesima edizione da mettere nell’album dei ricordi più belli» spiega Alfred Prenn, presidente del comitato organizzatore. «Ci auguriamo che, dopo i “capricci” degli ultimi due inverni (nel 2015 la Pustertaler ski marathon non si disputò per assoluta mancanza di neve, nel 2016 si è disputata su un tracciato ridotto di 32 chilometri ndr), il meteo ci permetta di allestire il tracciato nella sua interezza, consentendo ai partecipanti di sfidarsi in un ambiente dalla suggestione unica. Da parte nostra, siamo pronti: la collaborazione tra staff organizzativo, sistema di accoglienza della Val Pusteria, società sportive, forze dell’ordine e volontari, è massimo. Ai concorrenti vogliamo dare il meglio».

La Pustertaler ski marathon avrà, come tradizione, un occhio di riguardo anche per i più piccoli. Bambini e ragazzi saranno in gara nella Puschtra Mini, gara sprint in notturna in tecnica classica che si disputerà venerdì 6 gennaio, dalle ore 18, nei pressi dell’ Hotel Dolomitenhof, in Val Fiscalina, a Sesto. Anche in questo caso tutti i dettagli sono disponibili sul sito www.ski-marathon.com.
Per tutte le informazioni è a disposizione anche la segreteria del comitato organizzatore, presso la Nordic Arena di Dobbiaco (via al Lago 16) raggiungibile telefonicamente allo 0474-976000 oppure via mail scrivendo a info@ski-marathon.com.


Wierer, Vittozzi e Hofer: la grande Italia del biathlon alla Transcivetta 2016

Alleghe (Dolomiti Bellunesi), 17 giugno 2016 – A un mese dall’evento, si arricchisce di tre campioni d’eccezione la starting list della 36.ma edizione della Transcivetta Karpos, la gara di corsa in montagna a coppie delle Dolomiti Bellunesi, in programma domenica 17 luglio sul tradizionale tracciato di 23 chilometri da Listolade ai Piani di Pezzè.

Al via dell’evento delle Dolomiti Bellunesi ci saranno infatti tre atleti della nazionale italiana di biathlon: Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi e Lukas Hofer. Si tratta di tre campioni che in questi ultimi anni hanno saputo riportare in alto i colori italiani della specialità, conquistando medaglie olimpiche e mondiali, oltre che facendo grandi cose in Coppa del Mondo.

La sudtirolese Dorothea Wierer in bacheca ha, tra i tanti allori, il bronzo della staffetta mista alle Olimpiadi di Sochi 2014, due bronzi e un argento mondiale. Al termine della stagione 2015-2016 ha conquistato la coppa del mondo dell’individuale, chiudendo al terzo posto nella classifica generale. Alla Transcivetta Karpos, Dorothea correrà in coppia con Lisa Vittozzi, la ragazza di Sappada che nel 2014 vinse due ori ai Mondiali Giovani e che, al primo anno in Coppa del Mondo, ha saputo dare un contributo importante per la conquista della medaglia di bronzo in staffetta ai Mondiali di Kontiolahti 2015.

Il terzo biathleta azzurro al via della Transcivetta Karpos sarà un altro sudtirolese, Lukas Hofer, atleta che in carriera vanta un bronzo olimpico (staffetta mista di Sochi 2014), un bronzo iridato (nella mass start dei Mondiali di Chanty-Mansijsk 2011) e due vittorie in Coppa del Mondo. Il 17 luglio Lukas gareggerà insieme a Mirco Romanin, il giovane tecnico responsabile del biathlon del comitato Fisi Friuli Venezia Giulia che lo scorso anno vinse la Transcivetta Karpos insieme a Michael Galassi.

«È stato proprio Mirco a coinvolgermi» spiega Lukas Hofer. «Ho accettato con entusiasmo perché a me la corsa in montagna, che è uno strumento per la preparazione invernale, piace tantissimo. Mi piace scoprire i miei limiti e mi piace scoprire corse nuove. La Transcivetta sarà un’occasione unica: per il tracciato, sempre in quota e con panorami fantastici, e perché si corre a coppie, formula che ti coinvolge e ti costringe a dare di più».

«Le gare lunghe sono un ambito al quale mi sono avvicinata solo lo scorso anno» afferma Dorothea Wierer. «La Transcivetta Karpos sarà una scoperta per me: con Lisa cercheremo di fare una buona prestazione ma senza ambizioni particolari. Sarà, innanzitutto, un allenamento speciale, su sentieri impegnativi e con panoramici unici».

Per tutti i dettagli sulla manifestazione, le cui iscrizioni si chiuderanno il 2 luglio, si può consultare il sito ufficiale della manifestazione, www.transcivetta.it.

Presentazione squadra italiana biathlon  Anterselva 24 gennaio 2016 photo (Pentaphoto)

In 1.011 da 39 nazioni a correre tra Pelmo e Civetta

Val di Zoldo (Belluno), 7 giugno 2016 – Saranno 1.011 i concorrenti che daranno vita alla quarta edizione di “Dolomiti Extreme Trail”, l’evento podistico che ha come scenario la Val di Zoldo, tra le Dolomiti Bellunesi patrimonio mondiale dell’umanità Unesco. La manifestazione, proposta dall’Atletica Zoldo, andrà in scena da venerdì 10 a domenica 12 giugno.

Tre saranno i tracciati,  tutti con arrivo a Pieve di Zoldo, a disposizione dei concorrenti:  oltre ai percorsi di 23 e 53 chilometri che hanno caratterizzato le edizioni precedenti, l’edizione 2016 proporrà anche la gara sui 103 chilometri (7.150 metri di dislivello positivo e 7.060 metri di dislivello negativo). La partenza della gara più lunga è fissata per le 22.30 di venerdì 10 giugno, da Forno di Zoldo. Il 53K prenderà invece il via alle 5.30 di sabato 11 giugno, sempre da Forno, mentre la partenza del 23K è programmata per le 7 da Forcella Staulanza. I concorrenti sono così distribuiti: 320 sul 103K, 501 sul 53K, 190 sul 23K.

«Lo scorso anno i partecipanti erano 800, questa volta saranno 200 in più: una bella soddisfazione per un evento che piace tanto agli stranieri: la metà dei concorrenti, infatti, arriva dall’estero: sono ben 39 le nazioni presenti» spiegano Paolo Franchi e Corrado De Rocco, del comitato organizzatore. «Dobbiamo dire grazie ai 600 volontari che nel fine settimana saranno lungo tutto il percorso, oltre che in partenza e in arrivo, per garantire il meglio a ogni partecipante».

Dxt, come già lo scorso anno, dedicherà uno spazio anche ai più piccoli: la “Mini Dxt. Run&Fun”, gara sui 2,5 km che si svolgerà, nella mattinata di sabato 11 giugno, con partenza da Campo di Zoldo e conclusione a Pieve, proprio sotto lo striscione d’arrivo della gara dei grandi. La partecipazione sarà gratuita e ogni concorrente riceverà una maglietta griffata Dxt. Sarà possibile perfezionare l’iscrizione in zona partenza fino a pochi minuti prima del via.

Numerosi saranno i servizi offerti ai partecipanti alla Dxt. Nelle giornate di mercoledì 8, giovedì 9 e venerdì ci saranno degli allenamenti collettivi per prendere confidenza con il territorio; funzionerà un servizio di baby sitting; ci saranno, ancora, dei test per a valutazione funzionale e dell’allenamento a cura del preparatore fisico Sergio Sartori, e l’analisi della composizione corporea a cura di Pegaso. A cura della Pro Loco, inoltre, possibilità di pranzare sotto il tendone in zona arrivo, con prodotti tipici.

Nella serata di giovedì 9, una grande opportunità per tutti gli amanti del trail: con inizio alle 20, alla sala polifunzionale di Fusine, ci sarà la proiezione del documentario “Il corridore”, sulla storia e la carriera di Marco Olmo, uno dei simboli internazionali dell’ultra trail. Tra le sua tante imprese, ricordiamo il doppio successo all’Ultra trail du Mont Blanc (2006 e 2007), le tante vittorie al Grand Raid du Cro Magnon, i podi alla Marathon des Sables e numerose altre avventure a tutte le latitudini. Sarà presente lo stesso Olmo.

Per approfondimenti: www.dolomitiextremetrail.com


La Transcivetta Karpos corre veloce: superate le 500 coppie iscritte

Alleghe (Dolomiti Bellunesi), 26 aprile 2016 – Corre veloce la Transcivetta Karpos 2016. Dopo aver fatto registrare un leggero incremento di adesioni al termine del primo step (quello del 31 marzo, con iscrizioni agevolate), la storica corsa in montagna a coppie che ha come scenario quello delle Dolomiti Bellunesi patrimonio dell’umanità Unesco nel mese di aprile ha superato quota 500. Cinquecento, infatti, sono le formazioni che hanno perfezionato l’iscrizione per essere al via di una delle manifestazioni più suggestive del panorama della corsa in montagna, italiana e non solo: 23 chilometri di fatica e panorami mozzafiato da Listotade (Taibon Agordino) fino ai Piani di Pezzè (Alleghe), passando per i rifugi Capanna Trieste, Vazzoler, Tissi e Coldai.

«Al 31 marzo le coppie iscritte erano 450, contro le 430 dello scorso anno alla stesa data. Poi, in questo mese di aprile, abbiamo superato quota 500» spiega Erminio Ferretto, del comitato organizzatore. «Abbiamo dunque centrato il primo obiettivo nella marcia di avvicinamento alla 36.ma edizione e ora corriamo fiduciosi, puntando a confermare le 1000 coppie della scorsa edizione».

«Per venire incontro alle numerose richieste che ci sono arrivate» dice ancora Ferretto «il comitato organizzatore ha deciso di mantenere fino al 2 luglio la possibilità di scelta della taglia per la maglia tecnica, maglia che, come per le ultime edizioni, sarà naturalmente realizzata da Karpos, il prestigioso brand outdoor di Manifattura Valcismon, e che sveleremo nelle prossime settimane».

Oltre all’ abbinamento con Karpos, tra le conferme della Transcivetta 2016 è da segnalare anche quella relativa all’iniziativa AAA compagno/compagna cercasi, la bacheca virtuale sul sitowww.transcivetta.it dove si può trovare un o una concorrente con cui condividere la propria fatica il prossimo 17 luglio.