Le focacce di Pasqua per gli ospiti delle case di riposo

Alpago (Belluno), 20 aprile 2019 – Anche quest’anno il Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà ha rispettato la tradizione e, qualche giorno prima di Pasqua, ha portato in dono agli ospiti delle case di riposo dell’Alpago, Puos e Santa Croce, le focacce.
«Grazie alla generosità di Panificio Balbinot – Grandi Forni Bellunesi di Paludi di Pieve d’Alpago, uno degli sponsor storici del Giro del Lago di Santa Croce, abbiamo distribuito 300 focacce agli ospiti e ai dipendenti delle casa di soggiorno di Puos d’Alpago e di Santa Croce del Lago» spiega Ennio Soccal, presidente del Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà. «Un gesto, quello della consegna della focaccia in occasione della Santa Pasqua, che vuole essere una testimonianza di affetto nei confronti dei nostri anziani, anziani che sono custodi della nostra memoria e una risorsa importante per tutti. Mi piace sottolineare il fatto che, insieme a noi del comitato, a consegnare le focacce ci siano state anche Giorgia Qualizza e Angelica Soccal, due ragazze della Consulta Giovani dell’Alpago: la vicinanza e la solidarietà tra generazioni è importante per guardare al futuro con ottimismo».

Dopo alcuni giorni di tranquillità in occasione delle Festività pasquali, il Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà tornerà al lavoro nei prossimi giorni per il Giro del Lago 2019: la manifestazione, che quest’anno si aprirà anche ai pattinatori oltre che ai podisti e ai ciclisti, si svolgerà domenica 18 agosto e festeggerà l’edizione numero 25.

Per approfondimenti sul Giro del Lago di Santa Croce: www.2ruotealpago.it e www.facebook.com/girodellagodisantacroce/
focacce 1 19.04.2019

focacce 2 19.04.2019
focacce 3 19.04.2019

Limana – Valpiana 2019, ecco i tracciati dei Tricolori Cadetti – Allievi

Limana (Belluno), 5 aprile 2019 – Sono stati definiti i tracciati dei Campionati italiani di corsa in montagna per le categorie Cadetti e Allievi che andranno in scena, unitamente al Trofeo delle Regioni per le stesse categorie, l’1 e 2 giugno prossimi a Limana – Valpiana, sulle Prealpi Bellunesi, e che saranno proposti da Bellunoatletica MGB. Si tratta di percorsi spettacolari, parte su prato parte su sentieri, che presentano pendenze non proibitive, che però, alla distanza potrebbero rivelarsi ostici.

Gli atleti delle categorie Ragazzi e Ragazze dovranno percorrere un giro sulla distanza di 1290 metri e che presenta un dislivello positivo di 44 metri. Lo stesso percorso dovranno affrontare le Cadette, impegnate però su due giri e dunque su una distanza complessiva di 2.380 metri per un dislivello di 2.380 metri.

Le categorie Cadetti e Allieve sono attese da un giro medio e uno lungo per 3.240 metri di sviluppo complessivo e 152 metri di dislivello.

Gli Allievi, infine, si confronteranno su un giro medio e due lunghi: 4.870 i metri di sviluppo, 238 quelli di dislivello.

I percorsi tricolori sono stati testati nei giorni scorsi da tre atleti bellunesi che hanno scritto e stanno scrivendo pagine importanti della corsa in montagna italiana e internazionale. Si tratta di Gabriele De Nard, per tanti anni capitano degli azzurri del cross (17 partecipazioni agli Europei, tre titoli assoluti individuali) ma anche campione del mondo di corsa in montagna a nella categoria Juniores (Gap – Francia 1993), Luca Cagnati (oro a squadre ai Mondiali 2015) e Ilaria Dal Magro (campionessa italiana Junior nel 2012 e Promesse nel 2015). I tre azzurri sono testimonial dell’evento e sono protagonisti del video promozionale dell’appuntamento tricolore.

«Le zone di Valpiana e della vicina Valmorel si prestano benissimo alla corsa in montagna, offrendo tracciati vari e spettacolari» dice De Nard. «Il tracciato è bellissimo, io qui ho corso un campionato regionale giovanile negli anni Ottanta, divertendomi un sacco. Un grande in bocca al lupo a tutti i ragazzi».

«Percorso all’apparenza veloce e dalle pendenze non proibitive» spiega Cagnati. «Attenzione però che, per chi percorrerà più di un giro, diventerà molto impegnativo a livello muscolare».

«Qui sono a casa mia» dice Ilaria Dal Magro che è proprio di Limana. «Il percorso è davvero bello e vario. Ho un unico rammarico: che non sia un campionato italiano assoluto perché avrei potuto correre anche io. Anche da parte mia l’augurio a tutti i partecipanti di vivere un’esperienza intensa e coinvolgente».

Per visualizzare il video promozionale clicca QUI.

Per scaricare planimetrie e altimetrie dei tracciati clicca QUI.
Valpiana - Limana 2019 Ilaria Dal Magro- GabrieleDeNard-Luca Cagnati
Valpiana 2019 - panoramica


Un concorso fotografico per il Giro del Lago numero 25

Alpago (Belluno), 3 aprile 2019 – Raccontare, attraverso le immagini, il legame tra lo sport e la solidarietà, valori profondi che si ritrovano da ben 24 anni nel Giro del Lago di Santa Croce.

Questo l’obiettivo del concorso fotografico proposto in vista dell’edizione 2019 del Giro del Lago di Santa Croce, evento dedicato ai ciclisti e ai podisti che si svolgerà domenica 18 agosto e che è proposto dal comitato Alpago 2 ruote & solidarietà.

Il concorso, alla prima edizione, è stato presentato martedì 2 aprile da Ennio Soccal, presidente del comitato Alpago 2 ruote & solidarietà, a Belluno nella sede del Centro servizi per il volontariato.

«La partecipazione al concorso è gratuita, aperta a tutti i fotografi, professionisti e non professionisti, senza limiti d’età.

Ogni partecipante potrà inviare un massimo di due fotografie» ha spiegato Soccal. «Per la realizzazione dell’iniziativa ci avvaliamo della collaborazione dell’Aics e dell’Associazione Fotografica Feltrina F-Cube.

Abbiamo inoltre il supporto tecnico di un’azienda leader a livello internazionale come Vitec Imaging Solutions (marchi Manfrotto, JOBY e Lowepro) che metterà a disposizione i premi per i vincitori.

Questo concorso vuole essere una tappa di avvicinamento alla venticinquesima edizione del prossimo agosto ma anche un’occasione per continuare a tenere il focus puntato su un tema, quello della solidarietà, che è centrale nella storia del comitato e più in generale del territorio bellunese».

Il termine ultimo per l’invio del materiale fotografico in concorso è fissato per il 31 maggio.

Per approfondimenti sul Giro del Lago di Santa Croce: http://www.2ruotealpago.it/giro-del-lago
A5_ConcFotografico25°_2019ConcorsoFotografico_GDL_2019_b


Iscrizioni agevolate fino al 31 marzo. Ritorna il Trofeo Admo

Alleghe (Belluno), 25 marzo 2019 – Rimangono ancora pochi giorni per approfittare dell’iscrizione agevolata alla Transcivetta Karpos, classicissima a coppie della corsa in montagna, giunta alla 39.ma edizione, che si svolgerà domenica 21 luglio sul tracciato di 23 chilometri tra Listolade e i Piani di Pezzè, nel cuore delle Dolomiti bellunesi. Per chi si iscriverà entro il 31 marzo, il costo di adesione è fissato in 70 euro a coppia, quota rimasta invariata rispetto alle ultime edizioni. Per le coppie che si iscriveranno dall’ 1 aprile scatterà una maggiorazione: 80 euro. Le iscrizioni, che si possono perfezionare andando sul sito ufficiale dell’evento, www.transcivetta.it.

Anche quest’anno, come già lo scorso, la Transcivetta proporrà una combinata con un’altra manifestazione che si svolge sulle Dolomiti agordine. Si tratta della “4 pas in doi”, gara a coppie organizzata da “Ad Agordo è Pro Loco” e in programma domenica 2 giugno. Le coppie che parteciperanno ad entrambe le manifestazioni concorreranno a una classifica combinata che terrà conto della somma dei tempi. In palio c’è il Trofeo Admo. Entrambe le manifestazioni hanno infatti accolto con entusiasmo la collaborazione con l’Associazione donatori di midollo osseo, realtà nata nel 1990 con lo scopo principale di informare la popolazione italiana sulla possibilità di combattere, attraverso la donazione e il trapianto di midollo osseo, le leucemie, i linfomi, il mieloma e altre neoplasie del sangue.
Il trofeo Admo è una scultura in bassorilievo rappresentante le sagome di due corridori che percorrono la linea rossa lungo il sentiero della vita, dal monte Framont alla Torre Venezia del monte Civetta. Le caratteristiche simboliche di quest’opera realizzata in legno di acero, granito rosso, pirografia e pigmenti, racchiudono nella forma circolare dell’universo gli elementi che contraddistinguono la natura della gara, dove i partecipanti non hanno un nome ma un grande cuore.” L’opera è stata realizzato dall’artista Giò Dal Piva, scultore, pittore ed incisore che vive e lavora a Villa di Villa (Belluno).

Per tutte le informazioni sulla 4 pas in doi: www.4pasindoi.it
Per tutte le informazioni sulla Transcivetta: www.transcivetta.it
Trofeo Admo


Limana si veste di tricolore: il 2 giugno il Campionato italiano Allievi e Cadetti di corsa in montagna

Limana (Belluno), 13 marzo 2019 – Sulla montagna bellunese, una delle culle nazionali della specialità, ritornano i Campionati italiani di corsa in montagna. L’appuntamento è per la primavera inoltrata a Limana, nella località di Valpiana, nei pressi di Valmorel, luogo caro allo scrittore Dino Buzzati che qui ambientò il racconto “I miracoli di Val Morel”.
Sabato 1 e domenica 2 giugno a Valpiana saranno di scena i Tricolori dedicati alle categorie Cadetti e Allievi, vale a dire quelle che comprendono i ragazzi e le ragazze rispettivamente di 14 e 15 e di 16 e 17 anni. L’appuntamento sarà a cura di una delle società più vivaci nel mondo dell’atletica giovanile bellunese e veneta, Bellunoatletica, sodalizio che proprio in questo 2019 compie il venticinquesimo anno di attività.

Il programma dei Campionati italiani prevede per sabato 1 giugno l’arrivo dei diversi comitati regionali Fidal (Federazione italiana di atletica leggera) e la sfilata delle rappresentative ma anche una passeggiata ludico motoria per i ragazzi delle scuole medie di Limana sul tracciato che l’indomani ospiterà le gare tricolori. Domenica 2 giugno le gare che assegneranno gli “scudetti” 2019 alle promesse della corsa in montagna italiana, un movimento che da sempre è riferimento della specialità a livello internazionale.

«C’è grande fermento per questo campionato italiano» dice Elio Dal Magro, coordinatore dell’organizzazione. «Ci stiamo lavorando da mesi e l’impegno si intensificherà nelle prossime settimane. Abbiamo definito i tracciati di gara di Valpiana, un ambiente ideale per la corsa in montagna, e all’inizio del mese di aprile li presenteremo ufficialmente. Stiamo anche mettendo a punto una serie di iniziative collaterali all’evento tricolore perché vogliamo che l’1 e 2 giugno rappresentino non solo un momento agonistico importante ma anche un’occasione di promozione della corsa in montagna e del nostro territorio, un ambiente dove la stessa corsa in montagna ha sempre trovato terreno fertile e che riteniamo abbia potenzialità importanti anche in prospettiva». bellunoatletica - archivio


Ecco la terza edizione della “4 pas in doi”

Agordo (Belluno), 5 marzo 2019 – C’è grande fermento ad Agordo (Belluno) per la terza edizione della “4 pas in doi”, la storica gara di corsa in montagna a coppie che i dinamici giovani organizzatori di “Ad Agordo Pro Loco” hanno fatto rinascere nel 2017 e riproposto con buon successo nel 2017 appunto e lo scorso anno.

L’evento 2019 si svolgerà domenica 2 giugno e proporrà tante manifestazioni in una: la gara agonistica di 15 chilometri e 850 metri di dislivello positivo, la non competitiva sullo stesso percorso e la non competitiva sulla distanza di 6 chilometri e 300 metri di dislivello positivo. Per entrambi i tracciati partenza e arrivo sono fissati sul “Broi”, la suggestiva piazza centrale di Agordo. A fare da cornice le spettacolari vette del Framont, della Moiazza, del San Sebastiano e dell’Agner. Proprio sui sentieri che si sviluppano ai piedi di Framont e Moiazza gli organizzatori della “4 Pas in doi”, supportati da numerosi volontari, sono al lavoro per sistemare quei tratti parzialmente rovinati (piccoli smottamenti e cadute di alberi) a seguito degli straordinari eventi calamitosi che hanno colpito il territorio dolomitico lo scorso autunno. «Per il 2 giugno ogni cosa sarà al proprio posto per questa terza edizione di un evento che vuole essere un momento agonistico importante ma anche un’opportunità di conoscenza e promozione di Agordo e dell’Agordino, cuore delle Dolomiti patrimonio dell’umanità Unesco» spiega Enrico Farenzena, presidente di “Agordo Pro Loco”. «Nelle prime due edizioni abbiamo avuto un riscontro importante in termini di partecipazione e interesse e in questo 2019 vogliamo proseguire sulla strada intrapresa, offrendo a partecipanti a pubblico una giornata che possano ricordare. Sarà una giornata di agonismo ma non solo: proprio per questo riproporremo anche la “4 Pas in doi bocoi”, passeggiata enogastronomica a tappe sul tracciato di 6 chilometri con degustazione di prodotti tipici locali».

Le iscrizioni alla “4 pas in doi” si sono aperte da qualche giorno e fino al 24 marzo permetteranno ai concorrenti di usufruire di una quota agevolata: 32 euro a coppia. Dal 25 marzo al 31 maggio la quota passerà a 38 euro mentre per le coppie che si iscriveranno il giorno della gara il costo è fissato a 44 euro. Per la prova sui 6 chilometri, la quota di iscrizione è fissa ed è di 20euro per i bambini e i ragazzi nati tra il 2004 e il 2019, di 30 euro per gli adulti (nati fino al 2003) e di 25 euro per le coppie formate da un adulto e un bambino.

La quota di iscrizione comprende, oltre ai servizi (ristori, assistenza e buono pasto), un pacco gara che, come per le due precedenti edizioni, è forte di un gadget tecnico firmato Dynafit.

Per approfondimenti e per rimanere aggiornati sulla “4 Pas in doi” si possono consultare il sito www.4pasindoi.it e la pagina Facebook 4pasindoi.

Per approfondimenti su “Agordo Pro Loco”: www.agordo.net.
4 pas in doi 2018 - i vincitori Luca Cagnati e Lorenzo Cagnati


CARNEVALE A CANALE D’AGORDO, LA ZINGHENESTA 2019 È MARIANNA SPAGNOLI

Canale d’Agordo (Belluno), 3 marzo 2019 – Tantissima gente in piazza a Canale d’Agordo (Belluno), domenica 3 marzo, per la Zinghenesta, la tradizionale festa in maschera le cui origini risalgono al XVIII secolo e che il giovane e dinamico Comitato La Zinghenesta di Canale d’Agordo ha rivitalizzato nel 2013. L’iniziativa ha coinvolto tutta la Valle del Biois, per tutta la giornata: la sfilata è partita alle 8 da Falcade in direzione Caviola e intorno a mezzogiorno è giunta a Canale d’Agordo, nella piazzetta di Tancon, davanti alla Casa delle Regole. Qui è avvenuto uno dei momenti più importanti della giornata: la rivelazione della Zinghenesta, cioè della ragazza più bella del paese. Quest’anno la scelta è caduta su Marianna Spagnoli. «Non me lo aspettavo di essere scelta tra tante ragazze» dice la diciannovenne di Canale. «Son molto onorata di essere la Zinghenesta 2019, davvero una bella soddisfazione. E proprio una bella festa, divertente. Spero che venga mantenuta per tanti anni».

Dopo la pausa per il pranzo, la festa è ripresa con la sfilata della Zinghenesta e del suo seguito, per il centro del paese, lungo “strada vecia” e “strada nova”, fino ad arrivare in Piazza Papa Luciani che ha ospitato l’evento clou del pomeriggio: il processo al Carnevale. Il processo, celebrato dal “Regio tribunale di Canale”, ha toccato diversi temi di attualità. Inevitabile, naturalmente, la condanna del Carnevale stesso.

«Siamo contenti, anzi di più» dice Simone Ongaro, del Comitato La Zinghenesta. «Ogni anno c’è sempre più gente e questo ci fa tantissimo piacere perché la Zinghenesta è un’occasione di divertimento ma anche un’opportunità per valorizzare a trecentosessanta gradi la nostra storia e il nostro territorio. Quest’anno siamo stati aiutati anche dal tempo e la piazza era gremita. Nel 2013 abbiamo riscoperto questa festa e la abbiamo riproposta prima in una maniera semplice, ora più articolata. Abbiamo qualche sogno nel cassetto per il futuro, ci stiamo lavorando. Intanto ci godiamo questo successo 2019».

Per approfondimenti sulla Zinghenesta: www.zinghenesta.it.
Carnevale tipico di Canale d?agordo, con maschere di legno e personaggi esistiti ed inventati di un tempo. Credito fotografico Echi di Alessandro Sogne - Agenzia comunicazione Ti Comunicazione di Ilario Tancon - Riprese video Dolomiti Comunicazione
Carnevale tipico di Canale d?agordo, con maschere di legno e personaggi esistiti ed inventati di un tempo. Credito fotografico Echi di Alessandro Sogne - Agenzia comunicazione Ti Comunicazione di Ilario Tancon - Riprese video Dolomiti ComunicazioneCarnevale tipico di Canale d?agordo, con maschere di legno e personaggi esistiti ed inventati di un tempo. Credito fotografico Echi di Alessandro Sogne - Agenzia comunicazione Ti Comunicazione di Ilario Tancon - Riprese video Dolomiti ComunicazioneCarnevale tipico di Canale d?agordo, con maschere di legno e personaggi esistiti ed inventati di un tempo. Credito fotografico Echi di Alessandro Sogne - Agenzia comunicazione Ti Comunicazione di Ilario Tancon - Riprese video Dolomiti Comunicazione


Il 2 e 3 marzo ritorna la Zinghenesta

Canale d’Agordo (Belluno), 27 febbraio 2019 – Ritorna puntuale la Zinghenesta, la tradizionale festa in maschera che che il Comitato La Zinghenesta di Canale d’Agordo (Belluno) ha rivitalizzato qualche tempo fa e che domenica 3 marzo riproporranno per la settima edizione.

L’iniziativa coinvolgerà tutta la Valle del Biois, per tutta la giornata: la sfilata partirà alle 8 della mattina da Falcade in direzione Caviola e intorno a mezzogiorno giungerà a Canale d’Agordo, nella piazzetta di Tancon, davanti alla Casa delle Regole.
Qui ci sarà uno dei momenti più importanti della giornata: la rivelazione della Zinghenesta, cioè della ragazza più bella del paese. Dopo la pausa per il pranzo, la festa riprenderà alle 15 con la sfilata della Zinghenesta e del suo seguito, per il centro del paese, lungo “strada vecia” e “strada nova”, fino ad arrivare in Piazza Papa Luciani che ospiterà l’evento clou del pomeriggio: il processo al Carnevale (16.30). Prima del processo però, spazio al concorso della maschera più bella, con premi per i migliori costumi presentati da adulti e bambini.

La manifestazione quest’anno vedrà anche due novità importanti. Una è legata alla sera della vigilia: sabato 2 marzo, infatti, in piazza a Canale ci sarà “Aspettando la Zinghenesta”: si tratta di un’occasione conviviale che, dalle 19, proporrà la degustazione di “patate, formai, vin e menèstra da orz”. «Oltre a ciò, avremo una seconda novità, vale a dire “Arte in piazza”» spiega Simone Ongaro, del Comitato La Zinghenesta. «Dalle 9.30 di domenica, in piazza a Canale si potranno ammirare le opere dei mascherai e di diversi scultori locali. Abbiamo pensato che unire alla festa e al folklore anche questo aspetto artistico potesse essere un motivo di interesse in più per un evento come la Zinghenesta che vuole essere un’occasione per valorizzare a trecentosessanta gradi la nostra storia e il nostro territorio».

La manifestazione si svolgerà con qualsiasi condizione meteo. Per ulteriori informazioni si può consultare il sito internet www.zinghenesta.it.


“Biathlon Trophy Cortina”, Sci club Val Biois davanti a tutti

Cortina d’Ampezzo (Belluno), 10 febbraio 2019 – Lo spettacolo del biathlon giovanile al Fiames Sport Nordic Center di Cortina d’Ampezzo (Belluno) dove domenica 10 febbraio lo Sci club Cortina ha proposto, in sinergia con Alpen Plus, la prima edizione del “Biathlon Trophy Cortina”, evento promozionale dedicato alle categorie giovanili. La manifestazione ha visto confrontarsi le categorie dell’aria compressa, vale a dire Baby, Cuccioli, Ragazzi e Allievi. 106 i partecipanti, provenienti da Veneto, Trentino, Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Austria.
A livello di società, sul gradino più alto del podio sono saliti i bellunesi dello Sci club Val Biois che hanno preceduto lo Sci club Alta Badia e l’Unione sportiva Primiero. A livello individuale, questi i vincitori delle diverse categorie. Baby (Under 9): Elisabetta Ballan (Val Fiorentina) e Luca Aricò (Alta Badia); Cuccioli (Under 11): Elsa Canins (Alta Badia) e Gianluca Da Pian (Val Biois); Ragazzi (Under 13): Ilary Ravelli (Fondo Val di Sole) e Tobias Tasser (Alta Badia). Allievi (Under 15): Serena Frigo (Fondo Val di Sole) e Milton Moglia (Cortina).

«Archiviamo una bella giornata di sport giovanile» dicono Igor Ghedina e Igor Gombac, presidente e vice dello Sci club Cortina. «Per noi questa era la prima esperienza organizzativa in ambito biathlon e siamo contenti della risposta avuta. L’auspicio è che questa prima edizione del “Biathlon Trophy Cortina” possa essere l’inizio di un percorso importante».

Per approfondimenti sull’attività dello Sci club Cortina: www.sciclubcortina.it
biathlon trophy cortina 10 feb 2019
Classifica società Biathlon trophy cortina 10.02.2019

Classifica ufficiale biathlon trophy cortina 10.02.2019


Novità 2019: il Giro sui pattini!

Alpago (Belluno), 7 febbraio 2019– Dall’1 al 3 febbraio scorsi il Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà ha partecipato con un proprio stand, in collaborazione con la Consulta Giovani dell’Alpago, a “Itinerando”, il multisalone del turismo in movimento della Fiera di Padova. Nell’occasione, il Comitato ha presentato l’ edizione 2019 del Giro del Lago di Santa Croce, evento dedicato ai ciclisti e ai podisti che si svolgerà domenica 18 agosto e che celebrerà l’edizione numero 25. Un quarto di secolo durante il quale il connubio tra sport e solidarietà è divenuto sempre più forte: il ricavato della manifestazione, infatti, viene devoluto alla Via di Natale di Aviano e all’associazione Cucchini di Belluno, due realtà che si occupano dell’assistenza ai malati oncologici e ai loro familiari. La partecipazione a “Itinerando” è servita anche per presentare una serie di iniziative legate allo sport in Alpago nel corso della prossima estate e, per quanto riguarda il Giro del Lago, per lanciare la novità del 2019.

“Il prossimo agosto il Giro si arricchirà di un’ulteriore prova” spiega Ennio Soccal, presidente di Alpago 2 ruote & solidarietà. “Si tratta della pattinata, una manifestazione sui pattini a rotelle che si disputerà sulla distanza di 4,8 chilometri, con partenza e arrivo a Puos. Quella della pattinata è una richiesta che da tempo ci è stata fatta e che finalmente riusciamo a concretizzare. Come per i ciclisti e i podisti, anche per i pattinatori non ci saranno classifiche: come ci piace sottolineare, a vincere sarà la solidarietà”.

“Per quanto riguarda la nostra partecipazione a “Itinerando” ” dice ancora Soccal, “essa si è rivelata interessante. È stata un’opportunità per far conoscere il Giro del Lago e le sue finalità, ma anche il territorio dell’Alpago, a una platea vasta che va oltre i confini regionali. Si sono create occasioni di incontro e nate nuove idee. Tra le tante persone incontrate, anche l’ultra maratoneta Paolo Venturini che, con ogni probabilità, sarà al via del Giro il prossimo 18 agosto”.

Per approfondimenti sul Giro del Lago di Santa Croce: http://www.2ruotealpago.it/giro-del-lago
ennio soccal e angelica soccal - 1 feb 2019 padova